I nostri Enti a servizio dei ragazzi

A causa dell’emergenza Coronavirus le attività didattiche sono sospese ormai di varie settimane e l’insegnamento non può che avvenire con la  didattica a distanza, nei modi e con gli strumenti possibili a disposizione. Si tratta di una grande sfida che coinvolge sia docenti che allievi per dare una risposta che non sia quella della rassegnazione. Le scuole e i centri di formazione italiani si sono prontamente attivati per mantenere vivo il rapporto con i propri allievi e fare in modo che l’emergenza non fermi la scuola, nonostante l’evidente difficoltà di ritrovarsi da un giorno all’altro dalla classe reale e quella virtuale.

La sfida che vede coinvolti tutti riguarda in particolare le necessità di non lasciare indietro nessuno. Il problema principale che i centri stanno affrontando non pare essere solo di natura tecnica (grazie al Progetto INN già avviato dal 2013 e a varie iniziative formative messe in campo con prontezza da SCF [vedasi calendario webinar ] questi scogli possono essere superati). Il problema riguarda soprattutto i ragazzi: è evidente che la didattica a distanza si può fare solo se si hanno gli strumenti per accedere agli spazi di lavoro online. E allora accade che chi a casa propria ha un computer, una stampante, un telefono, un iPad e una connessione WIFI resta al passo e collegato, chi invece ha soltanto un cellulare con la connessione di rete non ottimale non può restare “agganciato”.

Al fine affrontare questo momento, Scuola Centrale Formazione ha recentemente approvato una serie di iniziative volte a supportare i suoi Enti Soci nella gestione di questa fase delicata e nuova che si sostanziano in:

  • Programmazione di momenti di formazione a distanza per tutti gli Entri attraverso Webinar (momenti di formazione e laboratoriali)
  • Supporto a chi ne fa richiesta per la gestione dell’attività di didattica a distanza (tutoraggio);
  • Avvio di comunità di pratica con l’obiettivo di mettere in rete e potenziare le esperienze dei singoli soci, di condividere e perfezionare materiali didattici sulle varie aree disciplinari.

Tramite il progetto SCF-INN prosegue anche l’impegno su fronte delle attrezzature: sono stati acquistati 500 chromebook da assegnare agli allievi che hanno a disposizione solo lo smartphone.

SCARICA l’INFOGRAFICA

approfondimenti

Lettera Aperta di Scuola Centrale Formazione – 18 Marzo 2020

Lettera Aperta di SCF – 18 Marzo 2020

Position Paper di FORMA,Associazione Enti Nazionali di Formazione Professionale – 26 Marzo 2020

Smart Learning: tra FAD e E-LEARNING- 26 Marzo 2020

Lettera Aperta del Ministro dell’Istruzione – 29 Marzo 2020

“Il servizio di istruzione è un servizio pubblico essenziale costituzionalmente garantito. Per questo abbiamo subito sollecitato l’attivazione di forme di didattica a distanza. Con l’obiettivo di garantire il diritto allo studio, ma anche e soprattutto la vicinanza ai nostri studenti e alle loro famiglie. È una scelta a mio avviso obbligata. Non abbiamo alternative se vogliamo stare accanto ai nostri allievi” – Ministro Istruzione.

Lettera Aperta Ministro Istruzione – 19 Marzo 2020
Foto Gallery

Nelle foto alcuni esempi di attività didattica distanza dalle esperienze di Artigianelli di Trento; CFP Trissino, Fondazione Casa dal Giovane; Civiform.