Il Convegno è finalizzato alla presentazione di modelli per la prevenzione e la lotta alla dispersione scolastica.

La lotta alla dispersione scolastica e la promozione del benessere formativo sono azioni strategiche per SCF, perseguite negli anni attraverso una serie di azioni integrate: nell’ambito della ricerca “I giovani e il benessere formativo” è stato svolto un lavoro di indagine sulle buone pratiche della rete intese anche come strumento di prevenzione contro la dispersione. Il progetto Erasmus+ Drop App ha lavorato sulla prevenzione della dispersione, l’orientamento e la motivazione degli allievi attraverso attività che prevedono l’utilizzo delle tecnologie come il digital storytelling.

Diversi sono i filoni di attività tesi a promuovere una didattica significativa come strumento di contrasto alla dispersione, in particolare annoveriamo il progetto Erasmus+ Molvet (progetto a cui è stato assegnato il Premio per l’eccellenza VET 2018 nella categoria “Finanziamenti europei per l’eccellenza” 2018) e il Progetto INN, entrambi focalizzati sulla didattica innovativa con le tecnologie e la ridefinizione dei setting di apprendimento.

fondazione ODA

La Fondazione Opera Diocesana Assistenza di Catania opera nell’ambito della formazione professionale dal 1970, in piena aderenza ai principi della Dottrina Sociale della Chiesa: rendere autonome persone che altrimenti, per condizioni sociali, fisiche ed economiche sfavorevoli, resterebbero ai margini della società, prive di mezzi e opportunità di autonomia e realizzazione personale.

Pioniera nel Sud Italia nel settore della riabilitazione e della preparazione professionale di persone con disabilità, la Fondazione ODA, ente morale con personalità canonica giuridica, riconosciuto dalla Presidenza della Repubblica, ha con lungimiranza e spirito caritatevole, investito ingenti risorse nella creazione di numerosi poli formativi.

Realtà, presenti in tutta la Sicilia, che da 50 anni offrono proposte formative diversificate (in ambito informatico, sanitario, turistico, commerciale, artigianale sociale), calibrate su ogni esigenza formativa: di base, superiore e continua. Formare, scoprire e promuovere talenti e inclinazioni, individuare potenzialità, dare opportunità: questi i valori che hanno ispirato la Fondazione ODA, la cui attenzione agli “ultimi” ha gettato le basi per una società più inclusiva.

Molto tempo prima dell’avvento del Sistema Sanitario Nazionale, dell’introduzione delle leggi per l’integrazione dei diversamente abili nelle scuole, delle politiche per l’abbattimento delle barriere architettoniche, l’ODA c’era. C’è dal 5 marzo 1962. Quattro Centri di Riabilitazione, 1 Comunità alloggio per minori, 4 sedi formative, 1.500 assistiti e 500 dipendenti. Questi i numeri di una missione, che ogni giorno porta avanti l’immagine della Chiesa che si rimbocca le maniche e tende le braccia a chi ha più bisogno.

Progetto ATOMS&CO

Tramite Associazione GIONET (www.gio-net.org) – di cui Scuola Centrale Formazione è membro associato – si è intensificato in questi ultimi anni un lavoro di ricerca e progettazione europea che si focalizza sul tema del contrasto alla dispersione, fenomeno osservato in chiave europea e nazionale. Il sistema scolastico-formativo, caratterizzato da diverse riforme, rimane segnato da disuguaglianze nelle traiettorie di scolarizzazione i cui esiti (l’abbandono e la dispersione scolastica) non sono che l’ultimo stadio di complessi processi di esclusione sociale
e di importanti mutamenti del welfare pubblico.

Col il progetto Erasmus KA2 “Atoms&Co” (2017- 2019) si intende riportare l’attenzione di chi lavora nella scuola, nella formazione e in generale nel campo dei processi di apprendimento, sulla dimensione relazionale e sociale degli spazi educativi e scolastici. Il progetto, ha portato alla realizzazione di un dispositivo per facilitare la relazione scuola-famiglia: una traccia di intervento che unisce suggerimenti metodologici e strumenti operativi a sostegno di una relazione positiva tra scuola e famiglia, quale fattore protettivo contro il rischio delle dispersioni scolastiche.

Il progetto ATOMS&CO ha portato alla realizzazione di un Dispositivo per facilitare la relazione scuola-famiglia. Si tratta di una traccia di intervento che unisce suggerimenti metodologici e strumenti operativi a sostegno di una relazione positiva tra scuola e famiglia, quale fattore protettivo contro il rischio delle dispersioni scolastiche.

Tale Dispositivo è il frutto di un lavoro di ricerca condotto dall’Università di Bologna – Dipartimento Scienze dell’Educazione, in collaborazione con Associazione GIONET (un’associazione  che si costituisce nel 2016 come naturale evoluzione di un percorso di collaborazione tra alcuni enti appartenenti al mondo del privato sociale e della formazione nell’ambito di alcuni progetti europei) alla quale aderiscono CEFAL, SCUOLA CENTRALE FORMAZIONE, CIOFS Fp ER, COOSS MARCHE, COOP. ZEFIRO di Lucca.

Il Dispositivo è in fase di testing (prima fase nel periodo cha va da marzo a luglio 2019) presso centri di formazione e scuole che hanno aderito al progetto. Tra questi anche 2 centri di formazione che aderiscono a SCF (IRFIP e ODA)
scarica le slide
PICONE ODA PERON MAEVA ROULETTE ENGLEBERT AIME
programma

9.30
Registrazione
10.00
Saluti
S.E. Mons. Salvatore Gristina, Vescovo Diocesi di Catania
Adolfo Landi, Commissario Opera Diocesana AssistenzaModera
Giacomo Sarti, CEFAL/GIONET
10.15
Introduzione
Esperienze di SCF nella formazione dei giovani
Caterina Aimè, Scuola Centrale Formazione

10.30
Prospettive Regione Sicilia, Il punto di vista del territorio Le politiche anti-dispersione della Regione Sicilia – Dirigente ufficio Formazione Professionale/Politiche Sociali
11.00
Interventi tecnici

ll progetto ATOMS&CO

Diane Eglebert – FISSAAJ Belgio

Massimo Peron CIOFS Emilia Romagna/GIONET
La sperimentazione del dispositivo ATOMS&CO in Sicilia
Anna Masuzzo e Lucrezia De Rose, Opera Diocesana Assistenza

12.15
Conclusioni
Scuola Centrale Formazione e prospettive nazionali
Giovanni Zonin, Scuola Centrale Formazione
Prospettive e strategie Europee
Maeva Roulett, Commissione Europea – DG Employment UNIT FSE

scarica il programma
Scarica il PROGRAMA
contatti

Lucia BOCCIA – boccia.l@scformazione.org