Si è conclusa la 10^ edizione di Do Your MOB, l’evento annuale di Scuola CentraleFormazione dedicato ai temi dell’internazionalizzazione e alla mobilità europea.

L’evento – a cui hanno partecipato oltre 60 attori della mobilità, agenzie educative, istituzioni e aziende italiane ed internazionali – si è svolto giovedì 2 e venerdì 3 dicembre 2021 a Bologna, presso  la Fondazione Lercaro, per riflettere su una nuova mobilità internazionale più sostenibile e inclusiva, all’insegna di nuovi modelli post pandemia. Presenze ormai consolidate quelle dell’Agenzia Nazionale Erasmus+ INAPP e della Direzione Generale per l’Istruzione, la Gioventù, lo Sport e la Cultura della Commissione Europea.  

“Do Your MOB festeggia 10 anni in un momento storico cruciale, che ci spinge a ripensare gli aspetti organizzativi della mobilità transnazionale, puntando ad integrare  progetti blended o ibridi – afferma Francesca Drago, responsabile settore Mobilità di SCFDo Your MOB è una grande occasione per raccogliere il bagaglio delle esperienze dei partner e degli operatori della mobilità e della cooperazione e per promuovere proposte per il futuro, in termini di modelli organizzativi e di apprendimento finalizzati a qualificare la mobilità transnazionale”.

La giornata del 2 Dicembre, dedicata al laboratori tematici, ha messo in relazione gli attori della mobilità che si sono confrontati a partire da una riflessione sulle strategie di internazionalizzazione (Progetto TOVET, presentato da Luca Calligaro ENAC) e il ripensamento della mobilità a partire dal modello proposto da SCF (presentato da Francesca Drago) che ha adattato il Virtual Exchange alla Formazione professionale.

Il convegno pubblico del Do Your MOB ha visto in apertura i Saluti del Comune di Bologna rappresentato da Mattia Santori, Consigliere comunale con deleghe a turismo, politiche giovanili, scambi internazionali, grandi eventi sportivi. “Il Comune di Bologna da oltre 30 anni investe negli scambi internazionali, iniziata nel 1988 con più di 11 mila viaggi organizzati. Siamo perfettamente in sintonia con questa due giorni del Do Your MOB: è importante continuare ad investire sulla mobilità, sia professionale che di apprendimento” ha affermato  Santori.

A seguire il Keynote Speech “Il Futuro della Mobilità Transnazionale” di Jean Arthuis, presidente di Euro App Mobility (EAM), è stato ministro delle finanze, membro del Parlamento Europeo e senatore francese. Nel 2020 ha creato Euro App Mobility per facilitare l’apertura internazionale nella Formazione Professionale e per promuovere la mobilità a lungo termine di apprendisti e tirocinanti. “Dal 1995, il programma Erasmus è aperto a studenti e apprendisti dell’IeFP – afferma Jean Arthuis – ma ci sono ancora numerose barriere e ostacoli da superare. La nostra ambizione è creare uno spazio europeo dell’Istruzione e della Formazione Professionale, proprio come esiste uno spazio europeo dell’Istruzione Superiore. Formare i nostri talenti è il miglior investimento che possiamo fare per il futuro dell’Unione Europea”.

A seguire il Keynote Speech “Il Futuro della Mobilità Transnazionale” di Jean Arthuis, presidente di EAM Euro App Mobility, è stato ministro delle finanze, membro del Parlamento Europeo e senatore francese. Nel 2020 ha creato Euro App Mobility per facilitare l’apertura internazionale nella Formazione Professionale e per promuovere la mobilità a lungo termine di apprendisti e tirocinanti.

“Dal 1995, il programma Erasmus è aperto a studenti e apprendisti dell’IeFP – afferma Jean Arthuis – ma ci sono ancora numerose barriere e ostacoli da superare. La nostra ambizione è creare uno spazio europeo dell’Istruzione e della Formazione Professionale, proprio come esiste uno spazio europeo dell’Istruzione Superiore. Formare i nostri talenti è il miglior investimento che possiamo fare per il futuro dell’Unione Europea”.

 La tavola rotonda “Politiche nazionali e prospettive di internazionalizzazione” moderata da  Arduino Salatin, presidente di Scuola Centrale Formazione, è stata poi animata degli interventi di Natalia Guido – Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali; Carmela Palumbo,  in rappresentanza del Ministero dell’Istruzione; Marta Muñoz Mati – DG Istruzione e Cultura Commissione Europea e Jean Arthuis – Euro App Mobility

La seconda tavola rotorna “Sostenibilità e approcci flessibili della mobilità europea” Modera Rita Festi, responsabile progettazione di SCFha visto gli interventi di Anna Butteroni – Agenzia Nazionale Erasmus+ INAPP), Francesca Helm  – Università di Padova ricercatrice esperta di Virtual Exchange, Sylvia Liuti rappresentante dell’Italia nel board di EfVET (European Forum of Tecnhnical and Vocational Educational and Training),  Paola Bolognini Executive Officer di EAM Euro App Mobility.

“Pensiamo che Erasmus, il dispositivo che conosciamo per gli studenti universitari, debba essere inclusivo e aperto ad altri tipi di pubblico, come sono gli apprendisti. Siamo qua oggi a Scuola Centrale Formazione a Bologna, perché crediamo all’importanza di creare una rete di parternariato con i paesi europei” afferma Paola Bolognini, delegato generale dell’associazione Euro App Mobility, associazione che raggruppa le grandi reti dell’apprendistato in Francia.

Scarica i materiali presentati
L’esperienza degli Artigianelli di Trento – presentazione di Gabriela Rodriguez e Alice Bertoluzza Presentazione del progetto TOVET -Luca Calligaro ENAC Presentazione di Marta Munoz – DG EAC Virtual Exchange: the experience of Scuola Centrale Formazione – Francesca Drago Laboratorio 2 – Modello del Virtual Exchange Worskhop La nuova mobilità: aspetti organizzativi e approcci sostenibili – Lidia Ruffa SCF
Foto Gallery
DO YOUR MOB 2021 – Foto Galley