E’ stata inaugurata Sabato 8 febbraio presso il centro di formazione professionale dei Padri Somaschi, una vera e propria carrozzeria didattica esempio di impresa formativa, con strumenti modernissimi e all’avanguardia che sarà utilizzata dagli allievi.

Il centro di Albate – fondato nel 1974 da Fratel Luigi Brenna – accoglie complessivamente circa 400 allievi tra i 14 e i 19 anni (la grandissima parte proveniente dalla provincia) e realizza 20 corsi ogni anno, considerati tutti gli indirizzi (edilizia, auto meccanica, macchine industriali, elettricisti e idraulici).

«Il nostro sogno – spiega padre Lorenzo Marangon, responsabile della scuola –è coinvolgere le carrozzerie del territorio affinché ci sostengano fattivamente nella nostra attività didattica. Noi vogliamo mettere i nostri ragazzi che sono minorenni, in un contesto di lavoro reale ma protetto. Un ragazzo che rompe tutte le settimane lo stesso cofano, perché tutte le settimane lo deve grattare, stuccare e pitturare, non è così stimolato come quel ragazzo che si trova davanti il cofano di un auto di un privato che il giorno dopo deve tornare sulla strada. Vi immaginate la forza prorompente che ha questo cambio di mentalità dentro un centro professionale per i nostri ragazzi alla fine del 3 o 4 anno?».

L’inaugurazione della Carrozzerie Didattica si è svolta Sabato 8 febbraio alle ore 17.00 (Accoglienza e presentazione delle attività degli allilevi); alle 18.00 S. Messa presieduta da P. Romeo Fortunato, preposito provicniale dei Padro Somaschi; ore 19.00 Inaugurazione del laboratorio di Carrozzeria in presenza  dell’assessore alle politiche educative del comune di Como, Alessandra Bonduri, padre Lorenzo Marangon presidente della Fondazione

La nuova officina laboratorio di didattico di carrozzeria è costata circa 250mila euro e sarà utilizzata al momento da una settantina di studenti iscritti al corso.

Rassegna stampa
Cronaca di Como – 6 febbraio 2020 La provincia di Como – 8 febbraio 2020 Settimanale diocesi di Como – 6 febbraio 2020 ciaocomo – 8 febbraio 2020

  

approfondimenti