Riflessioni sull’orientamento all’impatto sociale della progettazione e realizzazione dei percorsi di mobilità transnazionale della rete di Scuola Centrale Formazione

a cura di  Paolo Venturi e Serena Miccolis – AICCON

In questi giorni AICCON, Centro Studi dell’Università di Bologna, ha pubblicato uno Short Paper dedicato alla valutazione di impatto sociale della mobilità transnazionale, frutto di una ricerca curata per Scuola Centrale Formazione.

Il percorso intrapreso con Scuola Centrale Formazione (SCF) nel corso del 2019 si è posto l’obiettivo di comprendere, dare valore e migliorare la capacità trasformativa delle attività di mobilità transnazionale promosse dalla rete SCF verso tutti gli attori coinvolti. Si è partiti da una riflessione interna a Scuola Centrale Formazione circa le dimensioni di valore , ovvero i tratti identitari che definiscono e differenziano l’organizzazione, legandosi al fine ultimo del suo agire (telòs) e al modello organizzativo prescelto per farlo, e qualificano la capacità della rete di generare impatto sociale.

L’intero percorso si è caratterizzato trasversalmente per la volontà di coinvolgere gli stakeholder, in primis Scuola Centrale Formazione e la rete delle sue associate attraverso due momenti di restituzione e laboratorio distinti (svolti nell’ambito del convegno sull’innovazione sociale “Impatto Sociale delle Mobilità Europee: Un modello di misurazione” l’1-2  aprile a Bologna e l’evento internazionale “DO YOUR MOB 2019” realizzato  il 4 dicembre 2019), con l’obiettivo di condividere e rendere il più efficace possibile l’intero processo di miglioramento.

download

Short Paper 22/2020

Short Paper 22/2020 Articolo – 10 febbraio 2020