Eco-Restaurateur


ECO-RESTAURATEUR


Erasmus Plus


ECO-RESTAURATEUR


 

Sito web

Periodo di implementazione

da Settembre 2015 ad Agosto 2017

Canale di finanziamento

Erasmus Plus KA2 VET – Agenzia Nazionale Belgio
Obiettivi progetto

Il progetto si propone di rispondere ai bisogni di competenze nel settore dell’alimentazione sostenibile nel senso di biologico e locale. Esiste infatti una reale richiesta nel mercato del lavoro di lavoratori qualificati, in particolare per i livelli da 3 a 5. La transizione verso la cucina sostenibile implica ripensare una serie di operazioni tradizionali, come la conoscenza e la conservazione dei prodotti, la progettazione dei menu, i processi di trasformazione, la gestione dei rifiuti, l’utilizzo delle risorse energetiche e la riduzione degli sprechi, etc.

Il progetto mira a collegare i risultati di apprendimento al mercato del lavoro attraverso strumenti ECVET (profilo di competenze, sistema di valutazione, standard formativi).

Scheda Eco_ristorazione – web rev1


Attività progetto

Il progetto si rivolge ad un pubblico svantaggiato: disoccupati di lunga durata e persone a bassa qualifica, compresi i giovani in formazione iniziale.
Il progetto non vuole solo contribuire a qualificare la professionalità di persone fragili sul mercato del lavoro, ma anche contribuire a promuovere l’accesso al cibo di qualità, attraverso il superamento delle difficoltà economiche e sociali (ad esempio attraverso gruppi di acquisto solidale, scelta delle materie prime e dei fornitori, gestione delle quantità…).

Il partenariato è composto da 10 partner provenienti da 4 diversi Paesi UE: Italia, Belgio, Polonia e Romania. In Belgio, in particolare, il partenariato è composto, oltre che dal capofila, che è una federazione, da EFT e Cooperative che aderiscono ad AID.

I prodotti finali saranno:
• Un profilo di competenze per la ristorazione sostenibile
• Un Sistema di valutazione delle competenze
• Standard e moduli formativi
Sono inoltre previsti
• Incontri di coordinamento
• Eventi ed attività di diffusione per ciascun Paese coinvolto:
o 3 visite di studio (nazionali)
o una fiera della cucina sostenibile

Complessivamente il progetto coinvolgerà:
• 25 formatori nelle azioni di sviluppo e test del sistema di valutazione dell’eco-ristoratore (Output 2) e nello sviluppo e sperimentazione di standard formativi locali (Output 4);
• 100 studenti nelle azioni di sviluppo e sperimentazione del sistema di valutazione dell’eco-ristoratore (output 2);
• 100 studenti nelle azioni di testing degli strumenti e risorse (output 4);
• 100 studenti negli eventi di diffusione;
• 70 stakeholder di alto livello nelle visite di studio e fiere dell’alimentazione sostenibile;
• 30 persone del settore della formazione professionale o del settore agroalimentare durante l’evento finale in Belgio.


Partner progetto

AID: Actions Intégrées de Développement (Belgio) – coordinatore
• Scuola Centrale Formazione (Italia) in collaborazione con
o CEFAL EMILIA ROMAGNA (Bologna, Faenza e Lugo),
o CSF Stimmatini (Verona),
Barka Foundation for Mutual Help (Polonia)
Camera di Commercio e Industria di Kyustendil (Bulgaria)
Croc’espace asbl (Belgio)
Le Perron de l’Ilon (Belgio),
AID Hainaut Centre EFT ASBL (Belgio),
Aux Pavés d’Outremeuse (Belgio);
Café restaurant Notre Maison (Belgio);
GIE: Grupul pentru Integrare Europeana asociatie (Romania);



Referente Progetto

Lorena Sassi

sassi.l@scformazione.org

Materiale in download