Call EAC/S16/2017 Sport as a tool for integration and social inclusion of refugees.

Il progetto vede come capofila il Centro Sportivo Italiano e SCF come partner. Gli obiettivi del progetto sono la promozione dello Sport come un’attività aperta e inclusiva; la promozione di forme efficaci e diffuse di accoglienza e integrazione, a partire dai contesti di istruzione e formazione formali e informali. E favorire il coinvolgimento e la partecipazione femminile a tutte le singole fasi del progetto;

durata

Il progetto prende avvio nel mese di gennaio 2018 per una durata annuale.

obiettivi del progetto

Il piano sarà articolato in più ambiti di azione, tenendo conto delle opportunità organizzative, delle differenti fasce di età, del genere, delle effettive necessità, arrivando alla formulazione di più protocolli di intervento. Nello specifico, si individuano i seguenti ambiti di riferimento per l’implementazione mirata del piano:

  • Eventi: 2 eventi iniziali nei CFP designati dal progetto per la presentazione delle azioni e delle tematiche sportive che verranno trattate. Verrà organizzato anche un evento finale come conclusione del progetto;

28 febbraio 2018 – ALFA

 

  • Accompagnamento educativo: per la realizzazione delle sue attività il CSI insieme a SCF prevedono l’intervento di un’equipe di allenatori, volontari, inseganti, operatori ecc., che collaborino nell’iniziativa al fine di creare l’ambiente in grado di sviluppare nel ragazzo e nella ragazza le capacità fisico-atletiche;
  • Qualificazione per operatori e arbitri: La fornitura di una formazione per la qualifica nello sport può svolgere un ruolo importante nell’inclusione come, al di là del contenuto sportivo. L’idea è di formare ragazzi e ragazze dai 16 anni in su, come operatori sportivi e arbitri.
  • Attività Sportiva: lo sport è occasione “formativa” nel senso che il soggetto è posto nelle condizioni di mobilitare le proprie motivazioni e le proprie capacità in vista dell’ottenimento di determinati risultati. Si tratta, pertanto, di elaborare/realizzare un progetto educativo che faccia perno sull’attività sportiva in quanto portatrice di valori formativi in ordine a tali cambiamenti e, nello specifico, che tenga conto della storia personale, del contesto familiare dei giovani promuovendo in essi la capacità di affrontare/accettare le fasi di cambiamento in maniera costruttiva e propulsiva, favorendo un processo di responsabilizzazione e reinserimento sociale, fornendo loro risposte specifiche alle problematiche adolescenziali.
eventi

Nel corso di una conferenza stampa presso Villa San Martino (Lugo) sono stati presentati gli eventi di apertura del progetto LET’S PLAY previsti a Lugo e Piangipane:

• 22 Febbraio – Proiezione del documentario “Days of Hope”. Con il Patrocinio del Comune di Lugo. In collaborazione con Cineagenzia. 

Evento Fb: https://www.facebook.com/events/331428314032050/

•  25 Febbraio – Proiezione del film “Il sapore della vittoria – Uniti si vince” 

• 28 febbraio 2018 – Opera Diocesana Giovanni XXIII, Piangipane (Ravenna)  si è svolta la presentazione delle attività progettuali rivolta sia ai rifugiati che alle società sportive del territorio. A seguire si svolgerà una manifestazione legata al cricket (sport tradizionale dei ragazzi ospiti), con lo scopo anche di condividerne gli aspetti sportivi ed educativi.

contatti

Simone Mogelli – mongelli.s@scformazione.org

modulistica
PRESENTAZIONE Progetto Let’s Play
rassegna stampa
USCITE STAMPA_1 USCITE STAMPA_2 USCITE STAMPA_3