Storia

Per descrivere la storia di Scuola Centrale Formazione bisogna partire da qualche anno prima l’importante rilancio del settore formativo con la legge 845/78, volta a “favorire la personalità dei lavoratori” attraverso al formazione professionale e “favorire l’occupazione, la produzione e l’evoluzione dell’organizzazione del lavoro in armonia con il progresso scientifico e tecnologico”.
Il 6 novembre 1975 a Roma viene costituita dai cinque soci fondatori, pietre miliari della storia di Scuola Centrale Formazione: Mons. Erasmo Pilla, Luciano Sommadossi, Luigi Grisoni, Don Sebastiano Vallauri e Antonio Vidotto. Dodici anni dopo, l’organizzazione viene riconosciuta dal Ministero del Lavoro come Ente Nazionale finanziato dalla legge 40/1987.
Nell’aprile del 1999 Scuola Centrale Formazione associa 22 enti ed è presente in 6 Regioni (Veneto, Lombardia, Emilia Romagna, Marche, Abruzzo e Puglia), opera attraverso più di 50 Centri di formazione professionale. Da allora la presenza sul territorio si consolida ed il numero dei soci aumenta nel tempo. Nel 2013 si contano 43 enti associati dislocati su 10 regioni.
Il 6 giugno 2002, per rispondere all’aumentata complessità dell’ente un’Assemblea straordinaria riunitasi a Venezia – Mestre, introduce il Direttore Nazionale ed il Gruppo Nazionale di coordinamento tra gli organi istituzionali dell’ente ed aumenta il numero massimo dei membri del Consiglio direttivo da 5 a 11.

Il 14 maggio 2010 Scuola Centrale Formazione aggiorna il proprio statuto e dopo un percorso di ricerca della maggiore coerenza con la propria mission e la propria organizzazione, in particolare attraverso la modifica dell’art. 3, viene precisato che:

  • SCF è presente sui territori per il tramite dei propri associati che ne esprimono il radicamento.
  • SCF si riconosce, pertanto, nella presenza, esperienza, sedi e risorse dei propri soci che potrà utilizzare, in modo concordato, per adempiere lo scopo sociale.
  • Il principio ispiratore della relazione tra SCF e socio sarà, in ogni caso, quello della sussidiarietà.