Visita studio: realtà diverse, obiettivi comuni

Dall’8 al 12 settembre 2014 due delegazioni provenienti dalla Romania hanno partecipato alle Visite Studio in Emilia Romagna e Veneto per uno scambio di esperienze con alcune realtà locali.

La prima delegazione, rappresentata dall’Asociatia Gal Somes Transilvan di Cluj; un’organizzazione che SCF ha già coinvolto alla Festa Artusiana di Forlimpopoli, fornisce assistenza a piccoli agricoltori per la valorizzazione e commercializzazione di prodotti agroalimentari. La seconda delegazione, costituita da 20 direttori e responsabili delle agenzie ed enti di servizio per l’impiego, sta partecipando al progetto TeleJob, in rappresentanza degli enti di servizio per l’impiego di Bucarest e della sua periferia. Grazie a questo tipo di esperienze, valorizzazione del territorio e dei suoi prodotti da una parte e servizi per l’impiego dall’altra, due realtà provenienti da interessi, concezioni, e background differenti, hanno raggiunto l’obiettivo comune di ricerca di nuovi modelli, misure e strumenti di miglioramento della propria azione.

L’Asociatia Gal Somes Transilvan ha visitato la Cooperativa Agricola LACME di Medicina (Bo), che ha fatto della tutela e valorizzazione del paesaggio e dell’ambiente in cui opera uno dei principali interessi e ha partecipato all’incontro con il BolognAppennino, un GAL (Gruppo Azione Locale) dell’Appennino bolognese che, come il Somes Transilvan, sostiene lo sviluppo di attività innovative in ambito rurale, realizzato e gestito da soggetti che compongono il tessuto socio-economico di questo territorio. La visita studio è proseguita al CEFAL con il pranzo presso il ristorante didattico Le Torri di Bologna, visita all’Enoteca regionale di Dozza e terminata con la cena al Ristorante Cà de Bé di Bertinoro. La delegazione costituita dai direttori delle agenzie per il lavoro ha visitato realtà che supportano esperienze di mobilità geografica di lavoratori (Programma Garanzia Giovani, Eures, Provincia di Treviso, Regione Veneto, la realtà della società consortile Lavoro e Società e il Centro Fortunata Gresner). Tramite un’analisi comparata sono poi stati valutati gli elementi trasferibili nel contesto rumeno.

Agricoltura, tutela del territorio e lavoro dello stesso Paese si sono incontrati in un Paese diverso per capire, migliorare e valutare, in uno scambio che crea nuove reti e favorisce percorsi di successo.

 

IMG_1268-for-web IMG_1285-for-web IMG_1253-for-webIMG_1250-for-web IMG_1246-for-web IMG_1294-for-web IMG_1288-for-web IMG_1278-for-web IMG_1260-for-webIMG_1251-for-web IMG_1248-for-web IMG_1435-for-web IMG_1398-for-web IMG_1391-for-web IMG_1383-for-web IMG_1366-for-web IMG_1325-for-web IMG_1309-for-web IMG_1305-for-web IMG_1302-for-web